| 31 agosto 2015

Mai come qust'anno le zanzare sono state così invasive.
Sono una miriade, super resistenti a qualsiasi repellente, estremamente aggressive, attive sia di giorno che di notte e evolute per succhiar sangue senza nemmeno far rumore.
La zanzara tigre ormai è la più diffusa.
E' arrivata in Europa negli anni novanta e si è adattata benissimo.
Le sue uova resistono alla siccità e debellarla è estremamente difficile, anche con gli spray.
E' lei che ha abitudini diurne e rende impossibile stare all'aperto in un'estate calda e umida come quella tropicale.
Il vero problema, oltre al fatto che la puntura è dolorosa, è che la zanzara tigre è un ottimo vettore di virus e di malattie infettive.
Tanti anni fa, dal 1939, i Comuni disinfestavano preventivamente con potenti nuvole di DDT, che però è vietato dal 1978, ma che allora era assolutamente efficace.
Al suo inventore fu assegnato pure il premio Nobel.
Ma attenzione, attenzione!
Nel corso del 2006, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che il DDT, se usato correttamente, non comporterebbe rischi per la salute umana e che l'insetticida dovrebbe comparire accanto alle zanzariere e ai medicinali come strumento di lotta alla malaria.
Dovrebbe, perché al momento niente.
Eppure ogni anno muoiono di malaria più di 1 milione di persone.
Il mondo si è globalizzato e così, per ora, ci tocca convivere con nuovi animali extracomunitari che ci rendono la vita davvero fastidiosa.
E sto parlando solo di zanzare!
Inviato 2 anni e 5 mesi fa , il 31 agosto 2015.

Trackback url per questo post: http://www.fuochidipaglia.it/blog_cms/bblog/trackback.php/1234/

Commenti:

...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione

Commenti disattivati