| 19 ottobre 2017

Il 1º agosto 2013 la Corte di Cassazione conferma a Silvio Berlusconi la decisione di condanna della Corte di Appello riguardo al processo Mediaset con quattro anni di detenzione, di cui tre beneficiati dall'indulto.
Per l'ex Cavaliere i Giudici hanno anche stabilito, come pena accessoria, l'interdizione per cinque anni dai pubblici uffici e l'interdizione per tre anni a contrattare con la pubblica amministrazione.
Nel frattempo si sta attendendo la pronunciazione della Corte Europea dei diritti dell'uomo sul ricorso presentato da Berlusconi sull'ammissibilità della Severino, che lo ha portato alla decadenza dalla carica di senatore.
Veniamo a Renzi.
Pochi giorni prima del referendum di dicembre 2016, il borioso fiorentino sentenziava: “È del tutto evidente che se perdo il referendum considero fallita la mia esperienza in politica”.
Risultato?
Siamo in Italia e le parole dei politici stanno a zero.
Il popolo dimentica in fretta e così ci ritroviamo i due ex presidenti del Consiglio a correre di nuovo per le prossime elezioni.
Le loro presenze pubbliche sono infinite e costanti.
Come se nulla fosse!
Dai, scordiamoci il passato e diamo il benvenuto a chi impunemente ritorna, nonostante l'età e i risultati.

Anche su Twitter: @Fuochidipaglia
Inviato 1 mese e 5 giorni fa , il 19 ottobre 2017.

Trackback url per questo post: http://www.fuochidipaglia.it/blog_cms/bblog/trackback.php/1451/

Commenti:

...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione

Commenti disattivati