| 5 luglio 2018

Il nuovo governo è in carica da solo un mese e non ho mai sentito, da parte di tutti i tromboni di sinistra cultura, attaccare così violentemente i suoi esponenti.
Salvini ormai sembra Lucifero: è razzista, guerrafondaio, ladro, malavitoso, scarica-letame, superbo, nazista, pluriomicida, fascista, ammazza-bambini, mantenuto, incompetente, ma potrei continuare all'infinito.
I noti personaggi dell'establishment rossa, tipo Saviano, Vauro, Strada, Toscani, Scalfari, Gruber, Furio Colombo, ormai non perdono occasione per offendere letteralmente il neo Ministro e le sue recenti azioni.
Poco importa se poi la realtà viene travisata ed interpretata a proprio piacimento, l'essenziale è appalesare scenari drammatici da dittatura incombente.
Eppure nei precedenti 5 anni di governo PD, sono morti in mare 15.000 migranti, il debito pubblico è salito di oltre 200 miliardi di €, il lavoro a tempo indeterminato si è ridotto a favore del precariato, sono stati impegnati decine di miliardi per salvare banche mal amministrate, le imprese sono coperte di tasse e di burocrazia, i tempi della Giustizia(?) sono biblici, sono saliti a oltre 5 milioni i poveri italiani, la più grande azienda privata italiana (FIAT/FCA) se ne è andata all'estero, venivano spesi 5 miliardi di € all'anno (a fronte di soli 80 milioni di contributi europei) per mantenere i migranti a bighellonare, la mancanza di sicurezza percepita dai cittadini è sempre più estesa, ma per i sinistri andava bene così.
Ora questi ex privilegiati, che controllano un sistema paese anche con la maggior parte degli organi di comunicazione, sono sull'orlo di una crisi di nervi e sbraitano ai quattro venti la loro preoccupazione.
Questa è davvero una brutta democrazia.
Perchè si possono anche demolire le azioni di un Governo, è un diritto sacrosanto dell'opposizione, con fermezza e critica accesa, ma nei termini del buonsenso e dell'obiettività.
Sono i risultati consequenziali, insomma i dati reali, non le sensazioni e le strumentalizzazioni che devono guidare.
E infatti, nonostante offese e minacce, la sinistra continua a perdere consensi (v. sondaggi) nell'elettorato.
Ciò significa che il popolo è meno bue di quanto qualcuno pensi.

Anche su Twitter: @Fuochidipaglia
Inviato 1 mese e 4 giorni fa , il 5 luglio 2018.

Trackback url per questo post: http://www.fuochidipaglia.it/blog_cms/bblog/trackback.php/1503/

Commenti:

...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione

Commenti disattivati