| 10 ottobre 2011

Il questionario Istat sul censimento generale della popolazione e delle abitazioni è arrivato da qualche settimana nella cassetta delle lettere degli italiani.
Da ieri era possibile rispondere alle domande per restituirlo poi ai Comuni e alle Poste.
Come era prevedibile, nel week end 500.000 famiglie hanno preferito collegarsi ad internet per compilare on line il tutto.
Meno carta in giro, meno tempo per renderlo al mittente e una comoda tastiera al posto della biro.
Ma nell'era della tecnologia l'apposito sito, a cui potete accedere direttamente da qui:

http://censimentopopolazione.istat.it

è andato subito in tilt. Il server non ha retto a un tal numero di contatti (prevedibili, visto le 25.000.000 milioni di famiglie interessate) e così oggi non mancano le consuete proteste per i consueti disagi.
Staremo a vedere.
Intanto è bene sapere che la compilazione e la restituzione del censimento Istat è obbligatoria, pena una sanzione pecuniaria da 200 a 2.000 € e la visita a domicilio di ispettori comunali.
Comunque c'è tempo fino al 31 dicembre per i Comuni sotto le 20.000 anime, fino al 31 gennaio 2012 per i Comuni da 20.000 a 150.000 abitanti e fino al 29 febbraio 2012 per quelli oltre i 150.000.
Tranquilli poi, perchè le domande sono semplici, brevi e abbastanza chiare.
Mano alla penna allora, o aspettiamo con santa pazienza di riavere la linea.
Inviato 6 anni e 7 mesi fa , il 10 ottobre 2011.

Trackback url per questo post: http://www.fuochidipaglia.it/blog_cms/bblog/trackback.php/881/

Commenti:

...
Commento in attesa di approvazione
...
Commento in attesa di approvazione
Re: IN TILT IL CENSIMENTO ON LINE
Spett.le Redazione,
con la presente veniamo gentilmente a chiederVi che possa essere data la massima visibilità possibile al seguente comunicato.
In attesa di un cenno al riguardo, porgiamo cordiali saluti.
Per associazione Mosaico
Eleonora Pirrone
Tel. 035 254140

Associazione Mosaico e CESC Lombardia. Il Servizio civile incontra l'Expo – Milano, 14.10.11

Associazione Mosaico e CESC Lombardia organizzano due seminari inerenti alla formazione generale e alla progettazione nell'ambito del Servizio civile sul tema di EXPO 2015, che si terranno il prossimo 14 ottobre a Milano presso la sala ACLI in via Bernardino Luini 5, con inizio alle ore 10:30.
“La necessità di organizzare un seminario dedicato a queste tematiche nasce dall'evidenza che l'Expo 2015 influenzerà in modo determinante l'intera Regione Lombardia per i prossimi anni” - dichiarano Annalisa Marini, presidente del CESC Lombardia, e Claudio Di Blasi, presidente di Associazione Mosaico, i quali precisano: “Una delle maggiori sfide da affrontare sarà quella di creare un piccolo esercito di volontari che rendano in grado gli enti locali, gli enti no profit e l'intero territorio di accogliere nel modo migliore i milioni di visitatori che si riverseranno su tutto il territorio lombardo, e il servizio civile può essere a buon ragione considerato uno strumento virtuoso per iniziare a formare i giovani alla scadenza dell'Expo”.
Per dotare gli enti di metodologie e di strumenti che permettano di coinvolgere le nuove generazioni tramite il servizio civile nella preparazione di questo importante avvenimento verranno presentati due importanti strumenti: un percorso formativo per volontari di servizio civile sui temi di EXPO 2015 e una guida alla progettazione che individua tematiche e campi di attività su cui sviluppare progetti di servizio civile volontario che impattano con l'Expo.
I seminari rientrano in progetti finanziati da Regione Lombardia, l'ingresso è libero e la partecipazione gratuita.
Il programma completo dei due seminari è disponibile sul sito www.cesclombardia.it


Per partecipare o per maggiori informazioni contattare Annalisa Marini di Cesc Lombardia, tel. 035 4329231 da lunedì a venerdì ore 10.30-12.30, info@cesclombardia.it

2011/10/10 by Comunicazione [comunicazione@mosaico.org] • • Rispondi al commento

Commenti disattivati